Ritorno venoso anomalo polmonare parziale.

In questa malformazione una o due vene polmonari, quasi sempre le vene polmonari destre, non si connettono con l'atrio sinistro, ma con l'atrio destro o con le vene cave. Il risultato è che una parte del sangue ossigenato dai polmoni arriva direttamente o indirettamente in atrio destro. Le conseguenze sono identiche a quelle di un DIA, con un sovraccarico di sangue per la circolazione polmonare. Anche l'età della correzione chirurgica è la stessa. L'intervento è in circolazione extracorporea e consiste nel ristabilire una connessione tra le vene polmonari anomale e l'atrio sinistro.


<< indietro